Raccolte differenziate

I processi produttivi che interessano direttamente la nostra vita quotidiana si basano sulla trasformazione della materie prime (fornite dall’ambiente) in prodotti di consumo ed in energia. Alla fine le materie prime e l’energia ritornano all’ambiente sottoforma di prodotti di scarto, costituiti dai rifiuti e da diversi tipi di inquinamento (atmosferico, termico, idrico). Naturalmente le interrelazioni che riguardano l’ambiente, i prodotti di scarto e l’azione dell’uomo mettono in evidenza due aspetti di uno stesso problema: è l’ambiente che va salvaguardato dall’azione dell’uomo oppure è l’uomo che deve salvaguardare il proprio diritto di vivere in un ambiente sano. Il problema è stato affrontato anche in sede legislativa. Le risorse naturali ed i rifiuti costituiscono infatti una delle quattro aree prioritarie definite dal VI programma della U. E. la quale, essendo dotata di autonoma capacità normativa, ha da tempo considerato vari aspetti che riguardano la gestione dei rifiuti, emanando diversi atti che hanno efficacia diretta sugli ordinamenti nazionali.
Un sistema integrato per la gestione dei rifiuti deve cioè attuare i due principi europei della “responsabilità condivisa” di tutti i soggetti coinvolti nella produzione, distribuzione e consumo di beni da cui si originano i rifiuti, e del “chi inquina paga”. Particolare attenzione dev’essere quindi posta alla riduzione dei rifiuti alla fonte, massimizzandone il recupero e minimizzando il ricorso alla discarica.
Viene quindi superata la vecchia cultura dell’ ”usa e getta” che ha portato ad un'incremento continuo delle quantità di rifiuti prodotti, senza tener conto delle possibili conseguenze sull’ambiente che ci circonda.
Oggi lo scenario sta rapidamente cambiando, con la formazione di una nuova coscienza che valorizza, a favore della qualità della vita, il rapporto uomo/ambiente. Presupposto fondamentale affinché questo si concretizzi è la partecipazione costruttiva di ogni singolo cittadino.

Nel territorio servito da Azienda Ambiente le raccolte differenziate sono attuate con diverse modalità:

  • contenitori stradali (cassonetti e campane) per la raccolta di carta, vetro/plastica/lattine;
  • contenitori a domicilio (cassonetti) per le utenze domestiche e non domestiche per la raccolta di carta, cartone, vetro/plastica/lattine e frazione umida;
  • centro di raccolta zonale per carta, vetro, plastica, nylon, ferro, legno, ramaglie e rifiuti urbani pericolosi (vernici, neon, pile, ecc.) a cui possono accedere anche le utenze non domestiche, quali artigiani e piccole imprese, che possono smaltire, a pagamento, i propri rifiuti speciali, nel pieno rispetto delle normative in materia di rifiuti.

Attualmente sul territorio sono operativi il Centro di Raccolta Zonale di Imer, il Centro di Raccolta Materiali (C.R.M.) di Tonadico ed il Centro di Raccolta Materiali (C.R.M.) di San Martino di Castrozza.

Per le utenze domestiche che possiedono un’abitazione dotata di giardino e/o orto è possibile praticare il compostaggio domestico mediante composter, che Azienda Ambiente è in grado di fornire a chi lo desidera (vedi il servizio apposito all’interno della Divisione Igiene Ambientale).